sculture pino savoia


Vai ai contenuti

antiche mura - video

opere > antiche mura




E' frequente negli studi di storia dell'arte antica o contemporanea, seguendo schematismi scolastici rintracciare viatici di influssi, dipendenze culturali e pertugi sperimentali intrecciati nella trama setata, sottile e luminosa, della vicenda umana. La cultura artistica è fatta d'incontri, di contaminazioni, di processi atomici in cui la personalità dell'artista sublima in emozione. Savoia è questo, ha un’indole speculativa, che verticalizza in un'armonia universale, di cui si sente fibra, verso un assoluto che non vive l'ansia delle risposte. I vetri dei suoi infissi sono lenti galileliane affacciate sulla vita, nel suo svolgersi, come un segmento fermo tra due misteri: la vita e la morte. Le vie e gli scorci, per chi ha bisogno di puntellare il respiro tra i civici di un luogo, sono di Rossano, paesino della Calabria, che ha vestito la fanciullezza dell'artista. Ma le sue opere, sono altro, fissate in un realismo magico ingannano i sensi dell'osservatore, che battuti dall'intemperie del quotidiano, trovano ricovero in quegli usci aperti. L'osservatore è vittima di un ipersensismo figurativo che lo rende parte stessa dell'opera in una trasfigurazione emozionale, che lo porta a passeggiare tra quelle vie nel vociare dello scorrere della vita. In lui ogni riferimento materico è un pretesto; il motivo figurativo deve essere spezzato e trasposto in nuovi ritmi, per sentire questa opera, bisogna cercare nelle zona d'ombra, dietro le sue porte origliando le voci dei suoi segni, delle sue luci, dei suoi colori.

Home Page | biografia | opere | recensioni | mostre | contatti | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu